Google Ads è uno strumento potente che può aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi commerciali. Tuttavia, per sfruttarlo appieno, è necessario definire la struttura della campagna e selezionare le parole chiave giuste per Google Ads. Poi dovete scrivere un buon annuncio e creare pagine di destinazione che soddisfino le vostre esigenze e quelle degli utenti che cliccheranno su di esse.

Definire la struttura della campagna e gli obiettivi del Cliente

Come responsabile di una campagna Google Ads, dovete definire la struttura della campagna e gli obiettivi del cliente.

Innanzitutto, è necessario definire la struttura della campagna: chi se ne occupa?
Cosa deve essere fatto?
Chi farà cosa?
Quando devono essere pronti con il loro lavoro?

Dopodiché, definite i loro obiettivi: quante conversioni vogliono ottenere questo mese (o anno)?
Che tipo di tasso di conversione si aspettano?
Quanto denaro vogliono spendere in pubblicità al giorno/mese/anno?

Una volta fatto questo, si può passare alla definizione degli obiettivi.

Affinché tutto il resto [strategia di offerta e creazione di annunci] funzioni per questo obiettivo, come marketer o inserzionisti abbiamo in mente un solo obiettivo, allora non avrà senso provare cose diverse perché la nostra attenzione si concentrerà solo su quell’obiettivo. Se invece abbiamo più obiettivi, la nostra attenzione si sposta da una sola cosa alla volta e questo ci porta a esplorare tutte le possibili opzioni disponibili in quelle circostanze.

Trovare le parole chiave giuste per Google Ads

Le parole chiave sono le parole che le persone usano quando cercano qualcosa online. Sono importanti perché determinano il costo per clic e la pertinenza dei vostri annunci. Se trovate le parole chiave giuste, otterrete più clic e più conversioni.

La ricerca delle parole chiave è una parte fondamentale dell’impostazione di qualsiasi campagna Google Ads, poiché consente di trovare le parole chiave giuste per il pubblico della campagna.

Scrivere un buon annuncio.

  • Scegliere un titolo accattivante
  • Usare le parole chiave giuste
  • Utilizzare un chiaro invito all’azione
  • Utilizzate una buona descrizione: La maggior parte delle persone legge solo la prima frase o due quando guarda il vostro annuncio, quindi assicuratevi di utilizzare questo spazio per spiegare perché dovrebbero cliccare e cosa otterrebbero se lo facessero. Le persone utilizzano gli annunci anche come strumenti di ricerca: potrebbero non rendersi conto della presenza di annunci su Google finché non ne vedono uno che attira la loro attenzione (o cliccano). Se volete che il vostro annuncio si distingua tra gli altri della sua categoria, provate a usare un titolo o una descrizione intrigante che spieghi cosa rende il vostro annuncio diverso da quello degli altri (potete farlo anche con le immagini!). In effetti, alcuni studi hanno dimostrato che la presenza di un’immagine con testo aumenta il CTR fino al 20%.
  • Assicuratevi che l’annuncio sia sufficientemente pertinente: L’ultima cosa che volete è che le persone che non sono interessate a ciò che offrite facciano clic e perdano tempo sul vostro sito! Prendetevi un po’ di tempo prima di creare un annuncio, in modo che quando qualcuno lo vede – che sia su Facebook o su LinkedIn o anche solo camminando per strada – pensi “Ehi! Sembra interessante! Darò un’occhiata!”.

Pagine di atterraggio.

Le landing page sono la prima pagina che un utente vede quando clicca su un annuncio. Devono essere incentrate su un prodotto, un servizio o un’offerta e devono essere semplici e facili da capire. Affinché la vostra campagna Google Ads abbia successo, le landing page devono anche essere in grado di convertire.

Call to action

È importante che la tua call to action sia chiara e specifica, in modo da fornire agli utenti una chiara indicazione di cosa fare per contattarti. Inoltre, è utile includere un incentivo per incoraggiare gli utenti a contattarti, come una consulenza gratuita o una offerta speciale.

Monitoraggio delle conversioni.

Dopo aver impostato la campagna Google Ads, è il momento di monitorare i progressi. Prima di tutto, definite cosa considerate una conversione. Può trattarsi di una vendita in un negozio di e-commerce o di una generazione di contatti.

Dopo aver definito la conversione, individuate il modo migliore per monitorarla. Dovete scegliere delle metriche che vi aiutino a spiegare il vostro successo e a determinare se è necessario apportare modifiche per migliorare le prestazioni.
Queste metriche sono chiamate indicatori chiave di prestazione (KPI). Possono includere:

  • Numero di vendite al giorno, alla settimana o al mese.
  • Numero di lead generati per giorno/settimana/mese
  • Conversioni totali degli obiettivi per mese

Google è il motore di ricerca più utilizzato al mondo ed è quindi importante sfruttare al meglio il suo potenziale.

Solo negli Stati Uniti, Google detiene una quota del 74% di tutte le ricerche su Internet. A livello globale, la quota di mercato dell’azienda è ancora più alta, pari all’85%. Cosa significa per voi? Significa che se avete un’attività che si basa sul far arrivare le persone davanti al vostro sito web e aumentare le vendite, allora Google Ads è un modo incredibile per farlo.

Come abbiamo detto all’inizio di questa guida, esistono diversi tipi di annunci disponibili per le campagne Google Ads: annunci di testo (solo testo), annunci di immagini (solo immagini), annunci video (solo video), annunci shopping (acquisti di prodotti) e altro ancora.

Google Ads è uno strumento potente per pubblicizzare la vostra attività. Vi permette di raggiungere i clienti che stanno cercando attivamente prodotti o servizi come i vostri. Con Google Ads, potete anche targetizzare le persone in base alla loro posizione e ad altri fattori come l’età o il sesso. È inoltre possibile creare campagne diverse con budget separati, in modo che non interferiscano con le metriche di rendimento reciproche.

Non perdere l’opportunità di ottenere il massimo dalle tue campagne su Google Ads

Contattami oggi stesso per scoprire come posso aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi di marketing online

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.